Uno contro Uno

La pubblicazione del DM 65/2010, obbliga i distributori di prodotti elettrici e elettronici operanti sul territorio nazionale a ritirare, a seguito dell’acquisto di una nuova apparecchiatura, l’usato equivalente (Uno Contro Uno).

Il decreto “uno contro uno” prevede modalità separate per la gestione dei rifiuti provenienti da utenti “domestici” e per quelli provenienti da utenti “professionali”.

Nel primo caso vi è un preciso obbligo di ritirare gratuitamente il rifiuto RAEE consegnato dal cliente al momento dell’acquisto di una nuova apparecchiatura elettrica o elettronica equivalente (cioè avente le stesse funzioni).

Tale obbligo è sancito dal D.lgs. 151/2005 ed è accompagnato da una sanzione amministrativa in caso di mancato ritiro gratuito (da 150€ a 400€ per ciascuna apparecchiatura non ritirata o ritirata a titolo oneroso).

Nel secondo caso vi è una più generale “partecipazione” al sistema di gestione organizzato dal produttore (cioè il soggetto che fabbrica o immette per primo il bene nuovo sul territorio italiano) che prevede una serie di responsabilità condivise.

Wast-e fornisce soluzioni che si adattano alle esigenze di tutti gli operatori: dal piccolo negozio alla grande distribuzione.

Come?

1- assistenza nella presentazione della domanda per l’iscrizione alla categoria 3 Bis che consente il ritiro in regime uno contro uno;
2- iscrizione punti di raccolta e automezzi;
3- fornitura software per gestione ed emissione DDT conseguenti a ritiri in regime uno contro uno e per la gestione dello schedario;
4- fornitura unità di carico;
5- ritiro dei RAEE presso il punto vendita e trasporto c/o impianti autorizzati;
6- rilascio documenti di legge;
7- corso per la corretta gestione dell’Uno Contro Uno.

Le nostre garanzie:

  • un solo interlocutore sia per la parte documentale sia per la parte operativa;
  • un percorso guidato per realizzare la domanda di autorizzazione del tuo punto vendita;
  • trasparenza dei nostri prezzi;
  • completa tracciabilità del rifiuto.

Uno contro Uno di Wast-e è il servizio semplice, trasparente e di qualità pensato per voi.

Chi raccoglie e trasporta RAEE senza aver presentato domanda di autorizzazione è punibile con sanzione penale oltre che con ammenda amministrativa.

SANZIONE AMMINISTRATIVA:
  • se non si ritira o si ritira a titolo oneroso le apparecchiature obsolete;
  • per la mancata o errata tenuta dei Registri.
SANZIONE PENALE:
  • se il servizio di raccolta e trasporto dei RAEE viene effettuato senza aver presentato la domanda di autorizzazione all'Albo Gestori.
Il rivenditore ha l’obbligo di:

1. iscriversi all’ Albo Nazionale Gestori Ambientali;

2. fornire informazioni ai clienti sulla possibilità del ritiro dell’apparecchiatura usata a fronte dell’acquisto di una nuova (il ritiro può avvenire presso il punto vendita oppure direttamente presso il domicilio del cliente al momento della consegna del nuovo);

3. ritirare il rifiuto e compilare la scheda contenente i dati anagrafici del cliente che consegna l’apparecchio e il codice che identifica il rifiuto (clicca qui per la guida ai codici dei rifiuti);

4. raggruppare i rifiuti presso il punto vendita o presso altro luogo dotato di caratteristiche idonee (non accessibile a terzi e pavimentato);

5. trasportare i rifiuti (con cadenza mensile o al raggiungimento del peso di 3.500 Kg). Il trasporto può avvenire nei seguenti casi:

  • dal domicilio del cliente al centro di raccolta;
  • dal domicilio del cliente al luogo di raggruppamento dei rifiuti;
  • se non coincidono dal punto vendita al luogo di raggruppamento;
  • dal punto di raggruppamento al centro di raccolta;

6. compilare la documentazione richiesta per poter svolgere quest’attività (DDT RAEE).

Inoltre i rivenditori sono obbligati a conservare lo schedario integrato (documenti di trasporto RAEE) per i 3 anni successivi alla data dell'ultima registrazione.

L'Albo nazionale gestori ambientali, costituito presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede presso le Camere di commercio rappresenta il registro delle imprese autorizzate alla gestione dei rifiuti.

L’iscrizione all’Albo è obbligatoria per:

  • rivenditori di AEE;
  • i gestori dei centri di assistenza tecnica;
  • gli installatori.

Vuoi ricevere informazioni dettagliate sulle modalità e i costi di erogazione del servizio?

Contattaci!

  • Numero verde 800 089 468

Devi assolvere all’obbligo di ritiro 1 contro 1 ma non sai come fare? Richiedi la nostra assistenza.

Acconsento al trattamento per le finalità di cui al punto3, lettera a *
Acconsento al trattamento per le finalità di cui al punto3, lettera b
Acconsento al trattamento per le finalità di cui al punto3, lettera c


La tua richiesta è stata presa in carico.
Grazie per averci contattati.

Uno contro Zero

Dal 22 Luglio 2016 è entrato in vigore l’obbligo di ritiro gratuito “Uno contro Zero” dei RAEE di piccolissime dimensioni.

Le modalità con cui avviene il ritiro dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche sono definite dal Dlgs 49/2014 e rese operative dal DM Ambiente del 31 Maggio.

L’obbligo del ritiro gratuito degli apparecchi di piccolissime dimensioni (inferiori a 25 cm), riguardano esclusivamente, i distributori con superficie di vendita dedicata alle apparecchiature elettriche ed elettroniche superiori a 400 mq.

Vuoi ricevere informazioni dettagliate sulle modalità e i costi di erogazione del servizio?

Contattaci!

  • Numero verde 800 089 468

Devi assolvere all’obbligo di ritiro 1 contro 0 ma non sai come fare? Richiedi la nostra assistenza.

Acconsento al trattamento per le finalità di cui al punto3, lettera a *
Acconsento al trattamento per le finalità di cui al punto3, lettera b
Acconsento al trattamento per le finalità di cui al punto3, lettera c


La tua richiesta è stata presa in carico.
Grazie per averci contattati.